DUE CHITARRE

ДВЕ ГИТАРЫ     DUE CHITARRE     DVE GHITARY

Musica Appolon Grigoriev   Testo Ivan Vassiliev     

                                                                                     

   Il poeta Appolon Grigoriev e il compositore Ivan Vassiliev sono autori di due famosissime romanze, tutte e due dedicate alla chitarra. Le romanze sono diventate celebri a metà dell’Ottocento, ma sono ancora molto amate. Solo che adesso vengono quasi sempre eseguite insieme. Ogni artista ha una propria versione della romanza: chi inizia con le parole di una, chi di un’altra, chi aggiunge altri versi ancora… Per di più, qualcuno ha accostato alla romanza un famoso ritornello tipico delle danze zingare eh raz eshe raz… Ed è diventato un vero capolavoro della musica “zingara” in Russia. Noi riportiamo qui soltanto i versi più famosi che quasi sempre fanno parte della romanza.  

   La chitarra a sette corde, qui chiamata “amica a sette corde”, è uno strumento musicale nato in Russia alla fine del Settecento. Oggi è sostituita anche in Russia dalla chitarra a sei corde, detta “classica”, ma in passato era il tipo della chitarra più usato dai russi e ancora a metà del Novecento veniva prodotta su larga scala dalle fabbriche dell’Unione Sovietica. Questo strumento è particolarmente adatto all’arte della romanza e perciò qualche volta la chitarra a sette corde viene chiamata ziganskaja (“la chitarra degli zingari”).


ДВЕ ГИТАРЫ

Две гитары за стеной
Жалобно заныли…
С детства памятный напев,        
Милый, это ты ли?

Эх, раз, еще раз,
Еще много, много раз!

Поговори хоть ты со мной,
Подруга семиструнная.
Вся душа полна тобой,
А ночь такая лунная.


DUE CHITARRE

Due chitarre dietro alla parete
Hanno iniziato a lamentarsi…
Una melodia ricordata sin dall’infanzia,
Caro, sei tu?

Eh, una volta, un'altra volta,
Ancora molte, molte volte!

Parla almeno tu con me, 
Amica a sette corde.
Tutta l’anima è piena di te,
E la notte è così piena di luna. 

 

CONTINUARE A LEGGERE IL LIBRO "LA CANZONE RUSSA"